Portosalvo Cultura

Casal Velino

Il suo antico nome è stato Casalicchio fino al 1893 ,le prime notizie storiche circa la sua fondazione risalgono intorno all’anno Mille. I primi abitanti furono monaci basiliani e si stanziarono nell’odierna frazione Marina. Dopo il Mille la popolazione fu costretta a trasferirsi sulla collina, a causa della malaria e delle incursioni saracene,rimase Comune autonomo  fino al 1806. Il toponimo attuale deriva dal latino “casalis litus”, ossia casale del porto oppure `poche case vicino Velia`. Il paese è appartenuto alla circoscrizione della Badia di Cava de’Tirreni dal 1410 al 1973, per passare a quella di Vallo della Lucania.

 

Porta prestigio nobile nel nome

e sa d’antico il centro che s’inarca

a conquista ariosa di collina

tra gli uliveti a cupola e i vigneti

che gonfiano gli umori nei coltivi:

Casalvelino a vanto di radici

da Velia già regina di contrada

culla feconda di Pensiero Antico.

Riecheggia ad Acquavella la rivolta

di popolo a vendetta di barone.

Ammara il fiume Alento a larga foce

nei “porti” che conobbero i commerci

sulle rotte dei miti e della storia

di Greci colti e Sibariti ebbri

di lusso e di mollezze di costumi

Nella chiesa a silenzio di pianura

è memoria di Apostolo Matteo

che a transito di sosta sul Calpazio

approdò poi a gloria di Salerno.

Giuseppe Liuccio

 

Categorie

Articoli correlati